Categoria: Giovani Democratici

QUESTA PAGINA È DEDICATA ALLE ATTIVITÀ DEI GIOVANI DEMOCRATICI ALBESI.
LA SEDE È PRESSO IL CIRCOLO TERRITORIALE PD ALBA-RODDI IN VIA GIRAUDI 4B AD ALBA.


Invia una email ai GD di Alba

Europa, Giovani e Territori, Brando Benifei ad Alba

Venerdì 22 febbraio, alle ore 21 presso la Sala Vittorio Riolfo, nel cortile della Maddalena ad Alba, il Circolo del Partito Democratico di Alba-Roddi e il Circolo dei Giovani Democratici Albese organizzano un incontro con Brando Benifei, parlamentare europeo del Partito Democratico, aderente al Gruppo dell’Alleanza Progressista dei Socialisti e dei Democratici.

Chi sono i veri colpevoli del caso TAV?

L’anno che è appena terminato non ha ancora portato alcun verdetto dell’analisi costi e benefici per il progetto TAV Torino-Lione. Abbiamo avuto rassicurazioni dal presidente del Consiglio Conte che entro la data del voto europeo arriverà. Intanto lo scorso sabato si è tenuta una nuova manifestazione del fronte Sì TAV a Torino, nella stessa arena in cui si sono svolte...

Global Compact for Migration. Continua la propaganda di Salvini sull’immigrazione

Matteo Salvini, che non perde occasione per gettare fumo sulle difficoltà che incontra il Governo continuando a cavalcare i temi legati all’immigrazione. Questa volta ad entrare nel mirino propagandistico del Ministro degli Interni è stato il Global Compact for Migration, che a giorni dovrebbe essere approvato e di cui fino a poco fa molti, dentro e fuori dalle aule parlamentari, ignoravano...

Spread alto: “affossometro” per famiglie e risparmiatori

In questo ultimo periodo si è sentito molto parlare di spread. Spread alto, rischio molto elevato per gli investitori; attenzione allo spread; allarme rosso per quota spread. Così titolavano molto giornali e telegiornali. La domanda che sorge spontanea è: davvero l’Italia con uno spread elevato può incorrere in così tanti rischi? Prima di capire i veri pericoli per l’Italia ed...

Un j’accuse tra il pallone e la politica

Le metafore calcistiche portano sempre con sé la parvenza d’esser usate impropriamente, senza parsimonia. Tuttavia, quando si vuol fornire un quadro esemplificativo di una certa grottesca patologia della politica italiana, le suddette metafore sembrano calzare a pennello. Caratteristica del Bel Paese, che si presta sin dagli albori con tradizionale promiscuità e leggerezza all’arte satirica.