Alba: il Comune aderisce alla “Settimana europea della mobilità sostenibile” Come diminuire in città gli impatti ambientali, sociali ed economici dei veicoli privati

Alba: il Comune aderisce alla “Settimana europea della mobilità sostenibile”
Come diminuire in città gli impatti ambientali, sociali ed economici dei veicoli privati

Anche il Comune di Alba aderisce alla “Settimana europea della mobilità sostenibile” dal 16 al 22 settembre. L’iniziativa è promossa dalla Commissione Europea allo scopo di sensibilizzare i cittadini sull’impatto dei trasporti sulla qualità dell’aria e incoraggiarli a usare mezzi alternativi all’auto privata. Quest’anno lo slogan è “Our streets, our choice”.
Ad Alba diverse sono le iniziative atte ad incentivare i cittadini verso modalità di spostamento diretti a diminuire gli impatti ambientali, sociali ed economici dei veicoli privati a motore.
Innanzitutto il “Piedibus”. Con la riapertura delle scuole da lunedì 15 settembre sono ripartite anche le linee per le scuole elementari del Mussotto, “Michele Coppino” di via Fratelli Ambrogio, “Umberto Sacco” in zona Moretta e “Gianni Rodari” in corso Europa.
Il Piedibus è il bus umano formato da un gruppo di bambini accompagnati da due adulti: un “autista” davanti e un “controllore” dietro per chiudere la fila del viaggio diretto all’ingresso della scuola al mattino. Autisti e controllori possono essere genitori e nonni.
Per esprimere la propria disponibilità alla guida basta rivolgendosi alle scuole e dare la propria adesione. Si contribuisce così a diffondere questo ecologico mezzo di trasporto. Le quattro scuole elementari albesi hanno due linee ciascuna. Per la Scuola “Umberto Sacco” la prima linea parte alle 8.05 dal capolinea “Occhetti”, ferma in via Montebellina e arriva a scuola alle ore 8.22. Per questa linea, nei giorni di apertura delle scuole, è stato istituito il divieto di transito ai veicoli in via Vuillermin, nel tratto compreso tra strada Profonda e via De Amicis. Il divieto vige dalle ore 08.10 alle 08.35 e dalle ore 16.10 alle 16.35.
La seconda linea per la Scuola “Umberto Sacco” parte dal capolinea “Gorizia” alle ore 8.07, ferma in via Rio Misureto alle 8.15 ed arriva a scuola alle 8.22.

Per la Scuola “Gianni Rodari” la prima linea parte alle 8.05 dal capolinea “San Cassiano”, ferma in corso Europa alle 8.15 ed arriva a scuola alle 8.22. La seconda parte da strada Cauda alle ore 8.12 ed arriva a scuola sempre alle 8.22.
Per la Scuola “Michele Coppino” la prima linea parte alle 8.10 dal capolinea in piazza “Pertinace”, ferma in piazza Savona alle ore 8.16 ed arriva a scuola alle 8.22. La seconda linea parte da piazza “Monsignor Grassi” alle ore 8.12 e arriva a scuola alle 8.20.
Per la Scuola “Mussotto” la prima linea parte dal capolinea in corso “Bra” alle ore 8.10, ferma in corso Canale e arriva a scuola alle 8.20. La seconda linea parte dal capolinea in strada “Guarene” alle 8.18 ed arriva a scuola alle ore 8.22.

«Il servizio Piedibus ad Alba – spiega l’Assessore all’Istruzione Elena Di Liddo – è stato lanciato dall’Amministrazione guidata dal Sindaco Maurizio Marello nel gennaio 2012 per promuovere l’esercizio fisico dei bambini e allo stesso tempo tutelare la vivibilità cittadina e l’ambiente. Negli anni scorsi ha trovato l’adesione di tantissimi bambini che hanno scelto di fare a piedi il percorso inferiore ad un chilometro verso la scuola. Questo a vantaggio del movimento fisico, della socializzazione e dell’indipendenza personale fin da piccoli. Per questo auspichiamo che sempre più bambini facciano questa scelta insieme ai genitori».

Per una mobilità sostenibile ad Alba ci sono anche cinque linee di autobus totalmente dedicate agli studenti che frequentano le scuole elementari e medie della città. C’è la linea per le scuole elementari “Rodari” e “Montessori”, la linea per la “Mussotto”, per le scuole medie “Vida” e “Pertini”, per la scuola “Vida” – “San Rocco Seno D’Elvio” e, da quest’anno, anche la linea per la scuola media “Macrino”.
Le corse e gli orari sia del “Piedibus” che degli “autobus” si trovano in una dettagliata brochure informativa che verrà distribuita quest’anno alle scuole elementari e medie cittadine dall’Amministrazione comunale.

«Vogliamo incentivare i ragazzi all’utilizzo dei mezzi pubblici per andare a scuola e per tornare a casa in modo da limitare l’accompagnamento in auto dei genitori – dichiara l’Assessore comunale ai Trasporti Rosanna Martini – Si evita così l’ingorgo e l’inquinamento causato dalle autovetture all’entrata e all’uscita da scuola, ma è anche un modo per socializzare alla fermata e durante il percorso. Fa bene allo spirito e all’ambiente».

Altro strumento per la mobilità sostenibile presente ad Alba è il servizio di bike sharing, il noleggio delle biciclette pubbliche distribuite in piazza Risorgimento, piazza Medford, piazza Trento e Trieste (davanti alla stazione ferroviaria), piazza Savona, corso Piave, corso Langhe e via Santa Barbara.
Il servizio per spostarsi in città in bici, nel 2013 è stato integrato con il Bip, il biglietto integrato elettronico degli autobus per offrire agli utenti la possibilità di muoversi su bus e bici con un’unica tessera.

L’iniziativa è stata presentata proprio nel palazzo comunale di Alba il 7 giugno 2013 dall’Amministrazione comunale insieme a Bus Company che per l’occasione ha lanciato l’abbonamento Bicincittà – BIP che prevede:
– l’utilizzo del servizio di bike sharing aggiungendo solo 1 Euro all’abbonamento annuale
– l’utilizzo del servizio di bike sharing aggiungendo solo 12 Euro all’abbonamento studenti, mensile e trimestrale.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *